In questo articolo sveliamo lo scenario attuale dell’andamento di robotica e intelligenza artificiale all’interno delle cucine di tutto il mondo.

Quanto ci ha portati avanti il balzo tecnologico degli ultimi mesi?

Abbiamo già parlato in altri articoli di un aspetto positivo degli ultimi mesi, la digitalizzazione diffusa ed estesa a tutti i settori economici.

Nel settore della ristorazione, in particolare, il processo di innovazione viaggia veloce e l’acquisizione di nuovi strumenti continua ad essere un trend in voga per tutte le attività di maggiore successo.

Robotica e Intelligenza Artificiale: cosa sono?

Prima di addentrarci nello scenario e negli orizzonti di crescita della robotica e dell’intelligenza artificiale, forniamo una definizione pratica di entrambi i termini.

Per “robotica” si intendono naturalmente i robot, macchinari eventualmente antropomorfi spesso entrati nell’immaginario comune grazie all’utilizzo di tali figure in prodotti cinematografici o televisivi di successo.

Per quanto riguarda l’industria e l’ambito lavorativo, la robotica si riferisce esclusivamente alle tecnologie ideate per definire dei processi automatici che agevolino le attività perlopiù fisiche umane. La robotica industriale da un lato consente di sostituire l’uomo nelle operazioni pesanti e ripetitive sulla catena di montaggio, oltre ad assisterlo in maniera collaborativa nei processi che richiedono competenze specialistiche, come quelle legate alla manutenzione degli impianti.

Per “intelligenza artificiale” invece, si intende lo sviluppo di quei software e applicativi che riescono a replicare alcune competenze decisionali umane. Sono quindi sistemi dotati di capacità tipiche dell’essere umano ed in grado di perseguire autonomamente una finalità definita prendendo delle decisioni vere e proprie.

A differenza dei software tradizionali, un sistema di Intelligenza Artificiale (IA) non si basa sulla programmazione ma piuttosto su tecniche di apprendimento: vengono definiti degli algoritmi che elaborano un’enorme quantità di dati dai quali è il sistema stesso che deve derivare le proprie capacità di comprensione e ragionamento.

L’innovazione tecnologica applicata alla ristorazione

Una volta definiti i termini robotica e intelligenza artificiale andiamo a spiegare come queste tecnologie innovative vengono e possono essere impiegate nel settore ristorativo.

Nelle cucine “fast” il processo di automazione è una delle componenti fondamentali data la tipologia di offerta rivolta al cliente; negli ultimi anni, grazie alla diffusione della digitalizzazione e del passaggio all’Industria 4.0, l’automazione mediante tecnologie è però entrata anche in altri tipi di cucine.

I ristoranti stellati, stando agli studi di settore, tra 2020 e 2021 hanno investito molto nell’integrazione di robot e di supporti per l’intelligenza artificiale con l’obiettivo di rendere il loro servizio impeccabile e pienamente al passo coi tempi.

Il primo gradino, comunque, in tutte le strategie di innovazione rimane la digitalizzazione step-by-step; l’utilizzo di app o di software gestionali, tradizionalmente associati a tutt’altro genere di attività, permette infatti fin da subito l’ottimizzazione dei processi.

Il vero valore dell’IA è insomma la sua capacità di aiutare gli operatori della ristorazione a prendere decisioni migliori nella gestione e nel servizio clienti.

In questo scenario si inserisce EasyCassa, un sistema di cassa All-in-One in grado di semplificare ogni aspetto dell’attività lavorativa dei ristoranti. Dall’organizzazione strategica del menù con elenchi di prodotti completamente personalizzabili, all’app dedicata che permette una completa gestione dei tavoli, delle sale e delle ordinazioni dei clienti, migliorando sensibilmente il servizio offerto ai consumatori.

Anche il registratore di cassa, infatti, rientra nei supporti tecnologici di un ristorante e deve ovviamente essere integrato all’interno di una strategia rivolta all’ottimizzazione ed all’innovazione.

E lo scenario attuale?

Sebbene il processo di digitalizzazione sia ormai talmente affermato da aver convinto della sua credibilità anche i più scettici, sono ancora numerosi i locali che si pongono la fatidica domanda: “Se in cucina ci fosse un robot, i clienti mangerebbero nel mio ristorante?”.

La verità è che i dati parlano chiaro: i ristoratori stanno già beneficiando della tecnologia, inclusa l’intelligenza artificiale e la robotica, per ottimizzare la loro attività. Secondo gli studi, inoltre, questa tendenza è destinata a crescere man mano che l’IA diventerà più economica e accessibile.

L’adozione diffusa dell’IA e dell’automazione tramite robot influenzerà il modo in cui i ristoranti assumono e impiegano il personale, ma anche l’esperienza dei clienti.

I vantaggi dell’intelligenza artificiale nel settore della ristorazione vanno oltre i robot che accettano ordini, producono e consegnano cibo. L’intelligenza artificiale è infatti capace di aiutare i proprietari di ristoranti a dare un senso ai dati per migliorare l’esperienza dei commensali.

Le motivazioni del successo dell’avanzamento tecnologico nel settore della ristorazione sono da ricercare nei vantaggi che queste nuove funzionalità comportano:

  • L’ottimizzazione: IA aiuta a ridurre i costi e a completare i compiti più semplici grazie agli strumenti innovativi di gestione aziendale, così da lasciare spazio all’estro creativo delle persone;
  • L’efficienza: la preparazione dei pasti, affidata alla robotica, permette di non avere mai problemi, in teoria, nella preparazione della ricetta nemmeno nelle giornate in cui, per la quantità di persone, dedicare il giusto tempo alla preparazione del piatto ed al servizio potrebbe essere impossibile;
  • Minor numero di errori: l’intelligenza artificiale viene utilizzata per automatizzare i processi ed eliminare l’errore umano. Riallacciandoci al punto precedente, non soffrendo i momenti di stress maggiore, le intelligenze artificiali hanno meno probabilità di commettere errori. Questo punto si adatta particolarmente a tutte le attività ripetitive e meccaniche che caratterizzano il lavoro nel settore della ristorazione.

 

Le nuove frontiere all’orizzonte

Le prossime frontiere riconosciute dell’utilizzo di intelligenza artificiale e robotica all’interno delle cucine dei ristoranti sono sicuramente relative all’uso di Big Data e applicazioni in grado di facilitare la gestione del punto vendita.

Infatti, l’analisi dei big data e l’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale possono essere di grande aiuto ai ristoratori per tornare competitivi e ottimizzare le risorse aumentando i ricavi.

Naturalmente, come già accennato precedentemente, la componente umana rimane fondamentale, tanto per le attività più spiccatamente creative quanto per la definizione della mission, dei valori e degli obiettivi aziendali.

La strategia, quindi, rimane comunque un’attività esclusivamente umana, a partire dalla definizione dei costi e del valore dei prodotti fino all’acquisizione delle priorità commerciali, delle forniture e via dicendo.

Il futuro che si prospetta è quindi una cucina composta da un mix di competenze umane e tecnologiche, dove per competenze umane si intendono anche le abilità trasversali del dipendente nell’utilizzo dei nuovi strumenti a sua disposizione e nello svolgimento delle attività “tradizionali” della cucina.

Logo EasyCassa bianco su sfondo magenta circolare

PUBBLICATO DA

Redazione EasyCassa

Creiamo contenuti e approfondimenti su normative, tematiche fiscali, tecnologie per il Retail e novità dal mondo degli esercenti.

SCOPRI EASYCASSA

Vieni a scoprire la comodità di EasyCassa, il sistema di cassa telematico all-in-one che ti dà tutto con un unico abbonamento: hardware, software, assistenza, strumenti di analisi, fatturazione elettronica e tanto altro.

EasyCassa dispositivi