Sei qui
< Indietro

La trasmissione telematica dei corrispettivi è un’azione che il registratore di cassa esegue ad ogni chiusura e – se tutto va bene – dà esito positivo. Ma cosa succede invece se l’Agenzia delle Entrate rifiuta il file XML contenente i corrispettivi?

Quando a fine giornata si effettua la chiusura di cassa, i registratori telematici come EasyCassa generano un file XML che contiene tutti i dati relativi alla chiusura  – data, imponibile, IVA, ecc – e lo inviano all’Agenzia delle Entrate. Quando questa operazione va a buon fine, l’esito positivo viene visualizzato sulla ricevuta che la stampante produce in occasione di ogni chiusura.

Può capitare, tuttavia, che sulla ricevuta stampata alla chiusura venga visualizzato un errore: questo significa che il file XML non è stato accettato per qualche motivo.

L’errore visualizzato è individuato da un codice ed è sempre un errore standard fra quelli previsti dall’Agenzia delle Entrate:

  • 00000 – XML non conforme al tracciato
  • 00200 – Dispositivo non “attivato”
  • 00202 – Date non coerenti sull’elemento PeriodoInattivo
  • 00203 – Data nel futuro sull’elemento DataOraRilevazione
  • 00204 – Data nel futuro sull’elemento InterventoTecnico/DataOra
  • 00206 – Data nel futuro sull’elemento Segnalazioni/DataOra
  • 00207 – Incongruenza Tipo Dispositivo e Sezione Dati contabili
  • 00208 – Dati intervento tecnico non congruenti
  • 00209 – Dati segnalazioni non congruenti
  • 99999 – XML con firma non integra

Attenzione: esistono anche codici errore, ma per semplicità qui abbiamo riportato solo quelli inerenti i registratori telematici.

Cosa fare in caso di errore di trasmissione?

Per prima cosa è necessario individuare, come già detto, il codice errore che ha portato allo scarto del tagliando emesso in fase di chiusura cassa.

Successivamente bisogna seguire queste indicazioni:

  • In caso di errore 00000, 00202, 00204, 00206, 00207, 00208, 00209 o 99999, è necessario effettuare la segnalazione di dispositivo fuori servizio all’Agenzia delle Entrate e procedere con la comunicazione manuale dei corrispettivi attraverso la funzione “Procedure di emergenza → Dispositivo Fuori Servizio” prevista sul portale Fatture e Corrispettivi. Inoltre è necessario contattare un tecnico abilitato per sistemare le impostazioni del sistema di cassa (i clienti EasyCassa hanno il servizio di assistenza incluso nell’abbonamento).
  • In caso di errore 00200 è necessario procedere all’attivazione del sistema di cassa telematico. Questo errore infatti indica che il registratore non è ancora attivato come telematico.
  • In caso di errore 00203 dovrai usare la Procedura di Emergenza sul portale Fatture e Corrispettivi tramite la voce “Procedure di emergenza → Trasmissione scartata“. Questa funzione richiede di inserire l’identificativo della trasmissione per poter verificare se è possibile procedere con il recupero. Nel caso in cui il recupero sia possibile verrà visualizzato l’errore che ha portato allo scarto e sarà possibile inserire i dati della chiusura per ogni aliquota IVA dei prodotti venduti:
    • Ammontare vendite;

    • Ammontare resi (se effettuati nell’arco della giornata);

    • Ammontare annulli (se effettuati nell’arco della giornata);

    • Riferimento normativo (se sono stati venduti articoli con IVA 0%);

    • Aliquota;

    • Imposta IVA;

    • Natura (se con IVA 0%);

    • Ventilazione IVA (se si utilizza la ventilazione);

      Una volta inseriti tutti i dati per ogni aliquota iva si dovrà premere su Invia.

Entro quando è possibile correggere gli errori?

Si hanno 12 giorni – calcolati a partire dal giorno di competenza – a disposizione per comunicare correttamente i corrispettivi in caso di scarto da parte del SDI

Ad esempio, se si effettua la chiusura il 10/01 e viene scartata dal SDI, si avrà tempo fino al 22/01 per comunicare i corrispettivi di quel giorno all’Agenzia delle Entrate.

NON CONOSCI ANCORA EASYCASSA?

Scopri l'unico sistema di cassa "tutto incluso" in abbonamento.

Precedente Chiusura cassa “in sospeso” per mancanza di linea
Successivo Chiusura già trasmessa ma conteneva errori