Sei qui
< Indietro

Hai eseguito la chiusura di cassa in un momento in cui la rete internet è assente, e quindi la cassa non ha inviato all’Agenzia delle Entrate i corrispettivi? Ecco cosa succede quando una chiusura resta temporaneamente “in sospeso”.

Quando esegui una chiusura giornaliera, il tuo registratore telematico EasyCassa invia il file XML con i corrispettivi del giorno all’Agenzia delle Entrate. Può tuttavia capitare il caso in cui, nel momento in cui la cassa “impacchetta” il file XML e prova a inviarlo, non ci sia rete nel tuo punto vendita: in questo caso la chiusura può rimanere “in sospeso”, come indicato sulla ricevuta che la stampante di EasyCassa produce.

Niente paura: il sistema di cassa è disegnato in modo da riprovare a inviare il file automaticamente non appena la rete torna disponibile. Vediamo come funziona.

EasyCassa riprova a inviare automaticamente il file XML

Quando una chiusura non è stata trasmessa la stampante fiscale emette una ricevuta in cui viene notificato il problema. In questo caso è consigliabile prendere nota del problema, tuttavia non c’è da preoccuparsi: EasyCassa è disegnata per lavorare al tuo fianco anche nei piccoli dettagli. Per questo abbiamo fatto in modo che EasyCassa provi a inviare nuovamente il file XML – in modo automatico – nei giorni successivi.

Sono passati 5 giorni e la rete non è ancora tornata: cosa fare?

Trascorsi 5 giorni dal mancato invio, EasyCassa dà la possibilità di scaricare il file XML manualmente per effettuare il caricamento del file sul portale dell’Agenzia delle Entrate con una procedura specifica (nell’ultimo paragrafo di questo articolo ti spieghiamo come).

Tutte le chiusure sono visualizzabili nel menu Elenco trasmissioni. Quando passano 5 giorni dal momento del mancato invio del file XML, accanto alla relativa chiusura in Elenco trasmissioni compare un pulsante SCARICA XML. Il pulsante permette di scaricare il file XML dalla stampante fiscale su una chiavetta USB, per poi caricarlo manualmente sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco come funziona questa procedura straordinaria:

  1. Inserisci una chiavetta USB vuota in una porta USB libera del terminale di cassa. Se non dovessero esserci porte USB libere (su alcune versioni di EasyCassa può accadere) scollega il Customer Display (il display secondario lato cliente) dal terminale. Attenzione a non scollegare altri dispositivi per evitare disservizi durante l’operazione.
  2. Nella schermata “Elenco trasmissioni”, premi il pulsante SCARICA XML accanto alla trasmissione non inviata
  3. Attendi il messaggio di conferma di avvenuto scaricamento
  4. Accedi al portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate; vai nell’area “Gestore ed Esercente” e poi clicca su PROCEDURE DI EMERGENZA > ASSENZA DI RETE. Potrai ora seguire le indicazioni per caricare il file XML

(Se nel frattempo avevi scollegato il Customer Display di EasyCassa per fare spazio alla chiavetta USB, ricollegalo al terminale di cassa: questo è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema.

Entro quando l’Agenzia delle Entrate deve ricevere la chiusura?

La normativa prevede un tempo massimo di 12 giorni a partire dalla creazione del file XML per riceverlo correttamente.

Questo significa che quando una chiusura non viene eseguita per mancanza di rete, il file deve pervenire all’Agenzia delle Entrate – o in modo automatico, o con procedura manuale – entro 12 giorni.

Se trascorrono i 12 giorni e non invii il file XML, nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate esegua un controllo e rilevi l’anomalia la tua attività commerciale sarà passibile di sanzione amministrativa.

NON CONOSCI ANCORA EASYCASSA?

Scopri l'unico sistema di cassa "tutto incluso" in abbonamento.

Successivo Trasmissione scartata dall’Agenzia delle Entrate