Sei qui
< Indietro

La procedura per caricare i corrispettivi manualmente sul sito dell’Agenzia delle Entrate è necessaria nel caso non si disponga ancora di un registratore telematico (il termine ultimo per adeguarsi è il 1 gennaio 2021, come da deroghe introdotte dal Decreto Legge Cura-Italia del marzo 2019).

Vanno infatti comunicati all’AdE tutti i corrispettivi incassati dal 1 gennaio 2020, anche se non si dispone di un registratore di cassa in grado di farlo automaticamente. Per farlo, si utilizza una procedura apposita che vediamo in questo articolo.

Attenzione: il caricamento manuale dei corrispettivi va fatto entro l’ultimo giorno del mese successivo.

Facciamo un esempio pratico prendendo ad esempio il mese di gennaio:

  1. Per tutto il mese di gennaio archivi le tue chiusure di cassa e compili il registro
    dei corrispettivi.
  2. Entro il 29 febbraio (ricorda: è “entro l’ultimo giorno del mese successivo”) devi caricare tutti i corrispettivi di gennaio sul sito dell’Agenzia delle Entrate, tramite un servizio web creato appositamente sul portale Fatture e Corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come si caricano manualmente i corrispettivi?

Nell’area riservata del portale Fatture e Corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile la nuova funzione per effettuare il caricamento manuale dei corrispettivi giornalieri.

Ecco come fare:

1. Fai login con le tue credenziali sul portale Fatture e Corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate.

2. Fai clic su Corrispettivi per esercenti non in possesso di RT (soluzione transitoria) per accedere alle funzionalità disponibili.

3. All’interno dell’area “Crea nuovo file” fai clic su File corrispettivi giornalieri.

4. Inserisci i dati:
Data data di riferimento del corrispettivo giornaliero;
• Aliquota IVA – aliquota % IVA applicata;
• Natura/Ventilazione IVA – (solo per i corrispettivi con aliquota 0 o nel caso si utilizzi la Ventilazione)
• Imponibile – ammontare complessivo delle operazioni di vendita al netto dell’imposta e al netto di resi/annulli;
• Imposta – campo calcolato dal sistema se indicata una Aliquota IVA.

Inseriti i dati richiesti clicca su + Aggiungi aliquota per aggiungere un ulteriore elemento per il giorno selezionato. Clicca su + Aggiungi data per aggiungere un ulteriore elemento facente riferimento ad una data diversa.

5. Clicca su Vai a verifica dati per confermare i dati inseriti e passare alla
visualizzazione del quadro “Verifica dati”.

6. Clicca su Conferma per confermare i dati inseriti e passare alla visualizzazione delle azioni possibili sui Dati ottenuti in fase di compilazione:
• Clicca su Salva XML per salvare i dati sul proprio computer nel formato corretto per il sistema.
• Clicca su Visualizza PDF per visualizzare i dati compilati in un file in formato PDF.
• Clicca su Controlla file per fare controllare preventivamente il file in modo che non presenti errori formali; passaggio obbligato se si vuole “sigillare” il file successivamente.
• Clicca su Sigilla del sigillo elettronico dell’Agenzia delle Entrate per garantire l’integrità e l’immodificabilità del file (purché l’esito dei controlli sul file sia positivo); a differenza della firma elettronica, il sigillo può essere apposto da una persona giuridica.
• Clicca su Invia per inviare il file al Sistema Ricevente, previa apposizione del sigillo elettronico dell’Agenzia delle Entrate.

Per qualsiasi domanda o per avere supporto ti invitiamo a contattare il tuo commercialista.

È possibile usare la procedura manuale dopo l’upgrade al telematico?

No, una volta che il tuo punto cassa è stato abilitato al telematico, dal giorno in cui inizia a trasmettere i corrispettivi in modalità telematica non dovrai più usare la procedura manuale, perché saranno validi solo i corrispettivi trasmessi automaticamente dalla cassa.

NON CONOSCI ANCORA EASYCASSA?

Scopri l'unico sistema di cassa "tutto incluso" in abbonamento.

Precedente QR Code da esporre
Successivo Accreditamento come “Esercente” prima dell’installazione