Per l’allestimento delle vetrine bisogna lavorare sulla creatività, ma anche sulle strategie di marketing. Ecco 5 consigli utili!

La vetrina di un negozio rappresenta il primo punto di incontro tra il commerciante e i potenziali clienti. Per questo motivo deve riuscire ad attirare l’attenzione e a favorire il processo di acquisto. Ma per essere efficace come deve essere realizzato l’allestimento delle vetrine?

C’è una disciplina che si occupa proprio di questo: il Visual Merchandising. Questa materia spiega e indica come allestire una vetrina in modo che sia accattivante e convincente, attraverso l’inserimento di prodotti e la cura dell’ambientazione, dei colori e delle luci, unendo la creatività agli strumenti di marketing. In generale, si può dire che per coinvolgere e attirare il cliente bisogna creare un percorso visivo ed emozionale che partendo dalla stimolazione dei sensi guidi i clienti in negozio, trasformando così l’esposizione in uno strumento di vendita.

Ecco una breve lista di consigli per l’allestimento delle vetrine.

Come allestire una vetrina: la creatività

  • La prima cosa da fare quando si pensa all’allestimento di una vetrina è capire quali e quanti prodotti inserire.

    Ovviamente lo spazio della vetrina non è stato concepito per esporre tutto il campionario di prodotti, ma soltanto una selezione. Inoltre, inserire molti elementi potrebbe rivelarsi controproducente anche perché creerebbe disordine nello spazio e nella mente del cliente.

    La vetrina, quindi, deve essere utilizzata come uno strumento pubblicitario per esporre i prodotti di migliore qualità o quelli su cui si è deciso di puntare in quel momento. Questi oggetti dovranno essere i protagonisti della vetrina e tutto l’allestimento dovrà ruotare intorno ad essi, al fine di valorizzarli e mettere in luce le loro caratteristiche.

  • Una volta decisi i prodotti, bisognerà pensare a come allestire una vetrina. Per distinguersi, è importante riuscire a raccontare una storia.

    Emozionare il cliente e coinvolgerlo nella narrazione del negozio è fondamentale per invogliarlo a entrare all’interno dello store e proseguire nella sua esperienza d’acquisto. Per esempio, durante le festività o all’inizio delle stagioni non utilizzare soltanto dei decori, ma scegli un tema e individua una precisa scenografia. Potrai aiutarti con elementi fisici, fondali e colori.

  • I colori, in particolare, sono in grado di colpire l’attenzione dei potenziali clienti e suscitare loro delle sensazioni.
    Ricorda di coordinare il colore al tema scelto e poi decidi gli accostamenti:
    – scegli una vetrina monocolore per un risultato impattante;
    – abbina i colori creando una gradazione, utilizzando un colore principale e le sue sfumature;
    – abbina i colori creando un contrasto, individuando un colore e il complementare e utilizzali per lo – sfondo e il prodotto, in modo da far spiccare quest’ultimo;
    – crea una sequenza cromatica partendo dal colore più chiaro al più scuro, utilizzando al massimo un colore principale e due secondari per non fare confusione.

Consigli per allestire una vetrina: la tecnica

  • Una vetrina dovrà risultare unica e originale, ma dovrà essere soprattutto efficace. È importante studiare bene, quindi, la distribuzione dei prodotti e gli allestimenti

    Nella disposizione, il “pezzo forte” dovrà entrare nel punto focale della vetrina, ovvero lo spazio che viene visualizzato in maniera inconscia prima degli altri. Secondo alcuni studi di Visual Merchandising questo punto si trova nella parte centrale a un’altezza di circa 1,5 metri da terra. L’occhio, successivamente, si sposta a destra e poi a sinistra: in base a questo è consigliato disporre i prodotti in ordine di importanza, mettendo in risalto le novità e le comunicazioni commerciali più ingaggianti.

    Rispetto all’allestimento della vetrina, questo dovrà essere in grado di rendere il negozio riconoscibile agli occhi dei passanti, pertanto alcune caratteristiche, come l’illuminazione, dovranno mantenersi nel tempo in modo da definire l’identità dello store e del marchio. Inoltre, si dovrà garantire anche coerenza tra vetrina e interno del negozio proponendo l’inserimento di elementi caratterizzati in tutto il punto vendita.

  • Infine, la chiarezza. L’allestimento di una vetrina deve permettere al cliente di poter avere tutte le informazioni che cerca in modo semplice e comprensibile.

    Inserire gli orari di apertura, esporre i prezzi e indicare eventuali promozioni è fondamentale per agevolare gli utenti ad avere un’esperienza di acquisto facile e veloce. In particolare, posizionare il porta-prezzo nell’allestimento della vetrina permette di essere trasparenti e di conquistare la fiducia del cliente. Non farlo potrebbe determinare, al contrario, imprecisione e confusione e portare gli utenti a scegliere un altro negozio per i propri acquisti.

    Sarà altrettanto importante, una volta che il cliente sarà entrato all’interno del negozio, permettergli di avere un’eccellente shopping experience. In questo senso, sarà compito del commerciante dedicare attenzioni all’utente e fornirgli tutte le informazioni utili. Come fare? Per avere più tempo per i clienti in store è necessario poter gestire in modo facile e veloce il punto vendita. L’alleato giusto è il registratore di cassa EasyCassa, perfetto per avere sempre sotto controllo i pagamenti e i prodotti in vendita.

PUBBLICATO DA

Redazione EasyCassa

Creiamo contenuti e approfondimenti su normative, tematiche fiscali, tecnologie per il Retail e novità dal mondo degli esercenti.