Un’inversione di tendenza, il settore della ristorazione negli ultimi anni si sta dimostrando il più virtuoso per quanto riguarda le imprese a titolarità e conduzione femminile.

Il mondo dei pubblici esercizi, o più nello specifico la ristorazione, rappresenta da sempre un importante sbocco per l’ingresso delle donne nel mondo del lavoro: sia come lavoratrici dipendenti ma anche come imprenditrici.

In effetti, sebbene la figura maschile continui ad essere predominante nella ristorazione italiana, negli ultimi anni la quota rosa si è ampliata e, oggi, le donne che lavorano in questo settore hanno più che mai la possibilità di emergere e distinguersi tra preparazioni complesse, servizio in sala e gestione del locale.

I driver principali che spingono alla scelta di intraprendere un percorso nella ristorazione, aprendo un locale di proprietà, sono soprattutto la volontà di far scoprire alle persone qualcosa di buono e sempre nuovo, una passione trasformata in lavoro o da una tradizione in famiglia, tramandata di generazione in generazione.

Donne e ristorazione: alcuni numeri

Il rapporto Unioncamere diffuso a luglio 2022 ha evidenziato che, in Italia, la media di imprese guidate da donne è del 22,8%.

Se si fa riferimento, invece, ai soli Pubblici esercizi, i dati contenuti nel Rapporto ristorazione curato da Fipe-Confcommercio, ci dicono che nel 2021 le attività a titolarità femminile sono risultate 112.752, ovvero il 28,5% del totale.

Le indagini di The Fork e Just Eat: il 51% dei ristoranti ha una chef donna

A testimonianza del fatto che le donne stanno guadagnando sempre più terreno nel settore della ristorazione, si aggiungono due analisi realizzate, da The Fork e Just Eat, in occasione della Festa della Donna, lo scorso 8 marzo.

Secondo i dati di TheFork:

  • il 51% dei ristoratori ha una chef donna.
  • mentre, il numero medio di donne impiegate in cucina, è pari a 1,3.

Inoltre:

  • il 72% di utenti ritiene che negli ultimi anni la quota di lavoratrici donne nel settore ristorazione sia aumentata;
  • Il 62% di utenti conosce il nome di donne che ricoprono ruoli apicali del mondo food. Spiccano le Chef stellate della Guida Michelin come Antonia Klugmann, (19%), Cristina Bowerman, (9%) e Rosanna Marziale, (7%);
  • anche il 39% degli operatori del settore conferma questa stima sostenendo di aver aumentato il numero di dipendenti donne presso il proprio locale negli ultimi tre anni.

Ma l’azienda The Fork non si è fermata qui.

E, a conferma di questa tesi, ha condotto un’analisi semantica delle recensioni lasciate dagli utenti nel mese di febbraio 2021.

Da quanto emerso, le recensioni di oltre 4344 ristoranti (il 20% circa di quelli presenti nella piattaforma) presentano nomi “femminili” come: “ristoratrice”, “proprietaria”, “la titolare”, “imprenditrice” e “cuoca”.

L’osservatorio di Just Eat evidenzia, invece, il numero di donne presenti nel settore del food delivery.

In particolare, emerge che:

  • oltre 500 ristoranti partner di Just Eat sono gestiti da donne;
  • il 44% gestisce direttamente il ristorante e il 73% compone lo staff;
  • i locali a titolarità femminile si trovano principalmente a Milano (46%), Roma (45%) e Genova (44%)

L’importanza dei fondi ministeriali destinati all’imprenditoria femminile

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha messo a disposizione 200 milioni di euro per finanziare l’imprenditoria femminile. Questi fondi possono aiutare oltre112mila attività tra bar, ristoranti e aziende di catering gestite da imprenditrici donne che hanno dovuto fare i conti con la pandemia e che credono ancora in sé stesse e nel proprio lavoro.

Valentina Picca Bianchi, presidente del Gruppo Donne Imprenditrici di Fipe-Confcommercio, in merito al finanziamento da parte del Ministero per lo Sviluppo economico a favore dell’imprenditoria femminile:

“Le donne sono la spina dorsale del comparto dei pubblici esercizi. […]. Dare valore a queste componenti, contribuendo a far crescere il numero di attività femminili, significa scommettere sulla vera anima del settore dell’ospitalità”.

I contributi a fondo perduto e i finanziamenti agevolati sono destinati alle imprenditrici che hanno il desiderio di creare realtà virtuose, ad alto tasso di innovazione di prodotto e processo, ma anche ad alta sostenibilità”.

Sostenibilità e innovazione per la ristorazione: passa anche dal punto cassa

Nel settore della ristorazione, l’attenzione verso la sostenibilità è sempre più crescente, diventando una priorità assoluta nella definizione di obiettivi e traguardi a breve, medio e lungo termine.

Essere più sostenibili per un ristoratore si traduce in scelte ben precise come, ad esempio, l’utilizzo di imballaggi più sostenibili e la creazione di prodotti ecologici o incentrati sull’impatto sociale. Non solo: la riduzione della carta, attraverso una gestione digitale dei menù e delle comande, oltre che delle fatture e degli scontrini, che, oltre a dare un volto green all’impresa, permette di automatizzare i processi e offrire ai clienti maggiore sicurezza, aumentando la loro fiducia verso l’impresa.

Nell’ottica di una gestione smart e sostenibile della tua attività, il punto cassa EasyCassa può essere uno strumento di lavoro utile e indispensabile verso una transizione alla ristorazione 4.0.

Scegliendo EasyCassa otterrai:

  • Un abbonamento “tutto incluso”, con funzionalità ideali per la ristorazione, dotato di cloud gestionale per essere sempre al passo con l’andamento del locale e le operazioni dello staff;
  • App comande per una gestione più efficiente di sala e cucina: comodamente da smartphone hai tutto sempre sotto controllo per offrire un servizio impeccabile e ridurre gli errori (grazie al Cloud);
  • Fatturazione elettronica illimitata, senza costi aggiuntivi, per avere sempre disponibili gli ordini verso i fornitori e le fatture verso i clienti da una singola interfaccia e per costi e ricavi sempre raggiungibili, ordinati e aggiornati. 
Logo EasyCassa bianco su sfondo magenta circolare

PUBBLICATO DA

Redazione EasyCassa

Creiamo contenuti e approfondimenti su normative, tematiche fiscali, tecnologie per il Retail e novità dal mondo degli esercenti.

SCOPRI EASYCASSA

Vieni a scoprire la comodità di EasyCassa, il sistema di cassa telematico all-in-one che ti dà tutto con un unico abbonamento: hardware, software, assistenza, strumenti di analisi, fatturazione elettronica e tanto altro.

EasyCassa dispositivi

© Mooney Servizi S.p.A.
Codice Fiscale e Partita IVA:
10387150963