Per farsi trovare dagli utenti e aumentare i profitti, il geomarketing si rivela uno strumento di sicura utilità. Vediamo perché.

Conoscere le esigenze del cliente e garantire risposte adeguate alle sue richieste è il compito di ogni negoziante e ristoratore. In questo senso il geomarketing si dimostra strumento utile sia all’acquirente – che accontenta i suoi desideri ottimizzando gli sforzi – che all’esercente – che migliora i processi ed evita sprechi generando profitto.

Geomarketing, cosa è e come funziona?

Lo suggerisce il termine stesso, il geomarketing nasce dalle parole “geografia” e “marketing”. Si tratta di un metodo che, partendo dall’analisi dei dati demografici ed economici di un’area specifica, permette di progettare strategie marketing efficaci.

Il geomarketing opera con le informazioni che persone situate in una determinata zona decidono di condividere, perlopiù attraverso dispositivi mobili. Gli utenti possono rendere nota la propria posizione in un preciso momento, indicare quali locali hanno visitato, lasciare tracce sui social. L’analisi di questa massa di dati, operata da software specifici, dà agli esercenti informazioni indispensabili.

Da dove iniziare? Per farti notare parti da una pagina su Google My Business e inserisci le informazioni più rilevanti della tua azienda. Occhio alle recensioni: valorizza quelle positive e approccia quelle negative con onestà e cortesia. Poi racconta esperienze di valore: storie di clienti e personale, magari con il supporto di influencer locali. Il local storytelling è fondamentale per i social (Facebook, Instagram, LinkedIn…), è lì che costruirai una community fedele nel tempo. Se punti sugli annunci online (Google Ads) seleziona la zona di interesse in cui farli apparire: una città, magari un quartiere. Insomma, l’importante è partire: le attività che si possono intraprendere sono moltissime.

    Geomarketing, gli esempi di applicazione concreti

    Si può sfruttare il geomarketing ancor prima di avviare un’attività. Il suo utilizzo è infatti determinante nella scelta del luogo di apertura di un locale. Scoprire le posizioni più convenienti attraverso lo studio del potenziale della zona, della concorrenza e della domanda di mercato, è un modo per iniziare bene.

    Le attività già presenti sul territorio possono invece servirsi del geomarketing per conoscere i desideri dei clienti, potenziali e già acquisiti. Come? Analizzando i comportamenti adottati. Gli esercenti possono così ridefinire l’impostazione dell’attività commerciale in sé, ma anche le campagne pubblicitarie e la comunicazione su sito, email e canali social.

    Informazioni concrete su residenza, estrazione sociale, mezzi di trasporto e gusti, consentono di focalizzarsi sull’offerta. Alcuni esempi: se gli acquirenti usano le biciclette è necessaria una rastrelliera, se preferiscono l’auto è bene mettere a disposizione un’area parcheggio riservata; oppure se i clienti sono alto-spendenti si possono adeguare i prezzi alle loro possibilità di spesa; infine, se nell’area sono presenti molti uffici e quindi i clienti possono spesso avere poco tempo a disposizione è bene dotarsi di strumenti capaci di limitare le attese, come registratori di cassa di ultima generazione.

    L’analisi dei risultati delle azioni intraprese, aiuterà poi a capire quali strategie hanno funzionato e quali necessitano di un ripensamento. Per riassumere, ogni fase di pianificazione del business può affidarsi al geomarketing e trarne giovamento.

    I vantaggi di un programma di geomarketing

    I benefici che un’attività commerciale ottiene dall’applicazione di una strategia di comunicazione basata sul geomarketing sono numerosi. Tale metodo consente di:

    • Definire il target: conoscere i comportamenti di un cliente attraverso il customer journey e l’uso della carta fedeltà permette di definire in modo puntuale l’acquirente tipo, allineando la propria offerta con la domanda.
    • Intercettare potenziali clienti: bisogna farsi trovare nel posto giusto al momento giusto. Devi comparire sui motori di ricerca quando un utente vuole trovare locali come il tuo. Puntando sul geomarketing dinamico aumenti la tua visibilità.
    • Studiare la concorrenza: conoscere le strategie dei competitor ti permette di agire sui tuoi punti di forza e di debolezza.
    • Ottimizzare il budget: le informazioni sulla clientela consentono di attivare comunicazioni mirate e di fornire servizi personalizzati. Il lavoro diventa più proficuo e produttivo.

    Le potenzialità del geomarketing rappresentano insomma un’opportunità da cogliere, una via concreta per aumentare i profitti.

    PUBBLICATO DA

    Redazione EasyCassa

    Creiamo contenuti e approfondimenti su normative, tematiche fiscali, tecnologie per il Retail e novità dal mondo degli esercenti.

    SCOPRI EASYCASSA

    Vieni a scoprire la comodità di EasyCassa, il sistema di cassa telematico all-in-one che ti dà tutto con un unico abbonamento: hardware, software, assistenza, strumenti di analisi, fatturazione elettronica e tanto altro.

    EasyCassa dispositivi
    BONUS: ti mandiamo subito la presentazione EasyCassa + le 10 pillole da sapere sulla trasmissione telematica.