Work Life Balance è un termine sempre più utilizzato nell’ambito della gestione delle risorse umane e ormai conosciuto in lungo e in largo. Il bilanciamento tra vita privata e lavorativa è una questione quanto mai attuale, specialmente per chi, dall’inizio della pandemia, si è trovato a lavorare da casa per la maggior parte del tempo.

Uno dei rischi maggiori dello Smart Working, infatti, è proprio la difficoltà di mantenere un orario lavorativo regolare che prima era scandito dal passaggio tra casa e ufficio e viceversa.

Nel mondo della ristorazione, sono altre le criticità, ad esempio la gestione della mole lavorativa imprevedibile, l’impossibilità di contare sul weekend libero, il rapporto coi clienti.

Per supportarvi nel bilanciamento tra vita privata e attività lavorativa, in attesa della riapertura dei luoghi di ristorazione, di seguito trovate 5 consigli utili che possono fornire spunti per ripartire al meglio.

Gestire lo stress durante l’attività lavorativa

Anche chi non è impiegato nel settore della ristorazione può facilmente rendersi conto di quanto sia impegnativo un lavoro di questo tipo. Dalla gestione delle richieste del cliente, allo sforzo fisico, ogni aspetto legato all’attività dei camerieri, degli chef o del resto del personale dei ristoranti è potenzialmente una fonte di stress.

Per ridurre gli effetti negativi delle difficoltà insite nelle posizioni lavorative in questione, è fondamentale costruire un ambiente salutare all’interno del posto di lavoro. In questo, un aspetto principale è senza dubbio il rapporto tra i colleghi che dovrebbe basarsi su dinamiche di rispetto reciproco e di supporto tanto morale quanto pratico. Una delle componenti primarie, infatti, nella percezione del proprio lavoro, è proprio quella umana che quindi si rivolge tanto ai colleghi quanto ai propri capi ed ai clienti.

Ma, mentre per quest’ultimo aspetto ci si può organizzare entro certi limiti per migliorare la gestione relazionale, con i propri colleghi e/o capi è sempre possibile pianificare dei momenti di condivisione in cui il team possa dimostrarsi unito e pronto ad affrontare insieme un’intensa giornata di lavoro.

Non portarsi il “lavoro a casa”

Il secondo consiglio riguarda un aspetto direttamente legato al bilanciamento tra vita privata e lavorativa. “Portarsi il lavoro a casa” è un’espressione solitamente utilizzata in altri ambiti occupazionali rispetto a quello della ristorazione; infatti il pensiero comune segue la logica per cui, se un lavoro non può essere svolto da casa, non può entrare nell’abitazione del lavoratore.

La dinamica è, in realtà, più complessa. L’impossibilità di rendersi irreperibile è una dinamica negativa che affligge molti operatori del settore, costretti dal funzionamento dell’ambito ristorativo ad essere sempre pronti per eventuali richieste urgenti di copertura del servizio o di sostituzione di un collega ammalato.

Il nostro consiglio è di gestire anche questa meccanica in modo trasparente, confrontandosi con il proprio titolare in modo da dare il più possibile una forma stabile a questo genere di richieste; l’ideale sarebbe avere del personale “di riserva” pronto a dare supporto in caso di bisogno.

Allinearsi sui processi aziendali

Legato al consiglio precedente, un altro aspetto molto importante nella gestione del Work Life Balance, è l’allineamento sui processi aziendali.

Per processi aziendali, nel mondo della ristorazione, si considerano aspetti pratici come la ricezione delle comande e la trasmissione delle stesse in cucina, ma anche aspetti legati alla pulizia o alla sistemazione delle sale in previsione dell’ingresso dei clienti.

L’alto tasso di turnover che caratterizza il settore ristorativo fa sì che, spesso, ci siano nuovi dipendenti all’interno di un ristorante e che, probabilmente abituati ai processi acquisiti nelle precedenti esperienze lavorative, le “matricole” non siano pienamente consapevoli dei meccanismi di funzionamento del nuovo posto di lavoro.

Risulta quindi importante un allineamento rapido per i neoassunti ma anche un aggiornamento costante per i “veterani” che si trovano, sempre più spesso, ad avere a che fare con nuove tecnologie (ne parliamo qui) o con nuovi prodotti di cui discutere con i clienti.

Programmare un calendario e una turnazione efficace

L’elemento principale del bilanciamento tra tempo libero e lavoro è sicuramente legato alle turnazioni. Progettare un calendario definito e solido, in cui ogni dipendente è in grado di abituarsi ai propri orari di lavoro e ai propri giorni di riposo è infatti necessario.

Nonostante sia impensabile, per questioni di profitto, tenere chiusa la propria attività ristorativa nei weekend per dar modo ai lavoratori di avere turni di lavoro analoghi a chi segue i canonici orari d’ufficio, è comunque possibile definire le settimane lavorative dei singoli in modo da regolarizzare il ciclo di attività secondo schemi definiti.

Il guadagno effettivo in salute mentale e fisica non è da sottovalutare, specialmente per i dipendenti che hanno necessità di spendere il proprio tempo libero in famiglia e di occuparsi anche della propria abitazione e/o delle proprie commissioni.

Affidarsi a strumenti in grado di agevolare il Work Life Balance

Anche i titolari delle attività commerciali faticano a dare un impianto stabile al bilanciamento tra vita privata e attività lavorativa. Essere l’amministratore di un ristorante o di un bar, comporta infatti spesso una necessità di flessibilità che può seriamente minare il morale e la salute psicofisica.

In questo caso, è determinante l’utilizzo di strumenti e tecnologie in grado di fornire il giusto supporto al datore di lavoro nel gestire la propria attività in modo semplice ed efficiente.

EasyCassa è un registratore di cassa pensato per facilitare la vita dei suoi utilizzatori. Il sistema di gestione delle comande, dei tavoli, delle sale e dei coperti, infatti, offre agli operatori la possibilità di lavorare in serenità, grazie anche al supporto della comoda app EasyCassa Go, che agevola la gestione delle ordinazioni. A tutto questo si aggiunge la funzionalità cloud, che consente il costante monitoraggio delle statistiche di vendita, anche da remoto, e la fondamentale gestione degli aspetti amministrativo-fiscali, come ad esempio la fatturazione attiva e passiva.

Una soluzione All-in-One che quindi fornisce agli esercenti un supporto efficace per affrontare le principali difficoltà quotidiane del proprio lavoro e superarle con agilità, tutto a beneficio del proprio tempo libero.

PUBBLICATO DA

Redazione EasyCassa

Creiamo contenuti e approfondimenti su normative, tematiche fiscali, tecnologie per il Retail e novità dal mondo degli esercenti.

SCOPRI EASYCASSA

Vieni a scoprire la comodità di EasyCassa, il sistema di cassa telematico all-in-one che ti dà tutto con un unico abbonamento: hardware, software, assistenza, strumenti di analisi, fatturazione elettronica e tanto altro.

EasyCassa dispositivi
BONUS: ti mandiamo subito la presentazione EasyCassa + le 10 pillole da sapere sulla trasmissione telematica.